Sommario:
  1. Breve cenno storico
  2. Aspetto generale
  3. Proporzioni importanti
  4. Comportamento - Caratteristiche
  5. Testa
  6. Collo
  7. Corpo
  8. Coda
  9. Arti
  10. Movimento
  11. Pelle
  12. Mantello
  13. Taglia e Peso
  14. Difetti
  15. Difetti gravi
  16. Difetti eliminatori

FCI Standard N° 97 / 05.03.1998
SPITZ TEDESCHI
ORIGINE: Germania
DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 05.03.1998
UTILIZZAZIONE: Cane da guardia e da compagnia
CLASSIFICAZIONE F.C.I. - Gruppo 5    Cani di tipo Spitz e di tipo primitivo
                        Sezione 4    Spitz Europei
                        Senza prova di lavoro

Vedi lo standard ufficiale FCI

BREVE CENNO STORICO: Gli Spitz Tedeschi discendono dal “ Cane della Torba” (Torfhund) “Canis Familiaris Palustris Rütimeyer”
   che viveva nelle torbiere all’Età della pietra e dal più tardo Spitz dei Villaggi a Palafitte (Pfahlbau);
   sono la razza di cani più antica dell’Europa Centrale. Numerose altre razze hanno avuto origine da loro.
   Nei paesi dove non si parla il tedesco, i Wolsspitz sono conosciuti come Keeshonds e Toy Spitz, come pure Spitz di Pomerania.

ASPETTO GENERALE: Gli Spitz sono cani accattivanti per il loro bel mantello, tenuto sollevato da abbondante sottopelo.
   Particolarmente appariscente il forte collare attorno al collo, simile ad una criniera, e la coda cespugliosa portata
   bravamente sopra il dorso. La testa da volpe con occhi attenti e i piccoli orecchi appuntiti, inseriti vicini uno all’altro,
   danno allo Spitz il suo unico, caratteristico aspetto ardito.

PROPORZIONI IMPORTANTI: Il rapporto altezza al garrese/ lunghezza del corpo è = a 1 : 1

COMPORTAMENTO – CARATTERE: Lo Spitz Tedesco è sempre attento, vivace ed eccezionalmente devoto al suo padrone.
   Apprende in fretta ed è facile da addomesticare. Diffida degli estranei e il suo totale disinteresse per la caccia,
   ne fa il cane ideale per la guardia della casa e della fattoria. Non è né timido né aggressivo.
   Le sue più importanti caratteristiche sono la robustezza, la longevità, e la capacità di sopportare qualsiasi condizione
   atmosferica.

TESTA:
  REGIONE DEL CRANIO la testa di media misura dello Spitz, vista dal di sopra,
   appare più ampia nella zona posteriore e si assottiglia a forma di cuneo fino alla punta del naso.
   Stop da moderato a marcato, mai brusco.
  REGIONE DEL MUSO
   Tartufo il tartufo è rotondo, piccolo e d’un nero assoluto; marrone scuro negli Spitz marroni.
  MUSO il muso non è esageratamente lungo ed è armoniosamente proporzionato al cranio.
   (Nei Wolfspitz/Keeshond, Grandi Spitz, e Spitz Medi, il rapporto fra la lunghezza del muso e quella
   del cranio é circa 2:3.- nei Piccoli Spitz e negli Spitz Nani è circa 2 : 4
  LABBRA non sono esagerate, strettamente aderenti alla mascella e non formano alcuna piega all’angolo della bocca.
   Sono completamente nere in tutti i colori, ma marroni negli Spitz marroni.
  MASCELLE DENTI mascelle normalmente sviluppate; chiusura a forbice con 42 denti secondo la formula dentaria del cane;
   cioè i denti superiori strettamente si sovrappongono agli inferiori e sono impiantati perpendicolarmente alla mascella.
   La chiusura a tenaglia è permessa in tutte le varietà di Spitz
  GUANCE sono gentilmente arrotondate, non sporgenti
  OCCHI di media grandezza, forma allungata, leggermente obliqui e scuri. Le palpebre sono nere in tutti i colori del mantello;
   marroni scuro negli Spitz marroni.
  ORECCHI gli orecchi piccoli sono inseriti alti e relativamente ravvicinati; sono triangolari e appuntiti;
   sono sempre portati eretti, rigidi alle punte.

COLLO: il collo, di media lunghezza, è largo all’inserzione nelle spalle, leggermente arcuato
   senza pelle rilasciata alla gola, e ricoperto da un pelo fitto e abbondante che forma una largo collare.

CORPO:
  LINEA SUPPERIORE la linea superiore inizia alle punte degli orecchi portati eretti e si inserisce con una curva
   gentile nel dorso corto e diritto. La coda a cespuglio, che parzialmente ricopre il dorso, completa le silhouette.
 
 GARRESE - DORSO il garrese alto scende impercettibilmente nel dorso fermo, diritto, il più corto possibile.
  RENE raccolto, ampio e forte.
  GROPPA è ampia e corta, non avvallata.
  TORACE il torace profondo ha costole ben cerchiate, col petto ben sviluppato.
  LINEA INFERIORE lo sterno arriva il più indietro possibile; il ventre è solo leggermente retratto.

CODA: è inserita alta ed è di media lunghezza. Arriva in avanti e si arrotola sopra il dorso, rialzata
   perpendicolarmente alla radice. Si appoggia fermamene sul dorso ed è ricoperta da pelo che forma decisamente un cespuglio.
   Un doppio ricciolo alla punta della coda è tollerato.

ARTI:
  ANTERIORI
   In generale diritti – anteriore piuttosto largo.
  SPALLE la scapola è lunga e ben obliqua. Il braccio, che ha circa la sua stessa lunghezza,
   forma un angolo di 90 gradi con la scapola. La spalla è molto muscolosa e saldamente collegata al corpo.
  GOMITO l’articolazione del gomito è forte, fermamente aderente al torace; non rivolto né in dentro né in fuori.
  AVAMBRACCIO di media lunghezza in relazione al corpo, robusto e completamente diritto.
   La parte posteriore degli arti anteriori è ben fornita di frange.
  METACARPO il metacarpo, forte, di media lunghezza, forma un angolo di 20° sulla verticale.
  PIEDE ANTERIORE il più piccolo possibile, rotondo e chiuso, (cosiddetto piede di gatto), con dita ben arcuate.
   Unghie e cuscinetti sono neri in tutti i colori del mantello, ma marrone scuro nei cani marroni.

  POSTERIORI
   In generale gli arti posteriori sono molto muscolosi e abbondantemente frangiati fino ai garretti. Le gambe sono diritte e
   parallele.
  COSCIA E GAMBA hanno uguale lunghezza
  GINOCCHIO l’articolazione del ginocchio è forte, con un angolo moderato; in movimento il ginocchio non è girato né in dentro
   né in fuori.
  METATARSO è di media lunghezza, molto forte e perpendicolare al terreno.
  PIEDE POSTERIORE il più piccolo possibile, strettamente compatto, con dita ben arcuate (piede di gatto).
   I cuscinetti sono ruvidi. Il colore delle unghie e cuscinetti è il più scuro possibile.

MOVIMENTO:
   lo Spitz Tedesco muove, con andatura sciolta ed elastica, diritto in
avanti, con buona spinta dal dietro.

PELLE:
   la pelle è aderente su tutto il corpo, senza alcuna ruga.

MANTELLO:
 
PELO lo Spitz tedesco ha un doppio pelo: quello di copertura lungo, diritto, sollevato,
   e un sottopelo corto, fitto, simile all’ovatta. .La testa, gli orecchi, parte anteriore degli arti e i piedi sono ricoperti da
   pelo corto,
   spesso (vellutato).Il resto del corpo ha un lungo mantello abbondante. Non ondulato, arricciato o cordato,
   non diviso sul dorso. Collo e spalle sono ricoperti da una fitta criniera. Il posteriore degli arti anteriori è ben frangiato.
   Gli arti posteriori hanno ampie frange dalla groppa al garretto. La coda è cespugliosa.

  COLORE:
    a) Wolfspitz/Keeshond : grigio sfumato ( o grigio-lupo o grigio-nuvola)
    b) Grandi Spitz : nero, marrone, bianco
    c) Spitz Medi : nero, marrone, bianco, arancio, grigio sfumato, altri colori
    d) Piccoli Spitz : nero, marrone, bianco, arancio, grigio sfumato, altri colori
    e) Spitz Nani : nero, marrone, bianco, arancio, grigio sfumato, altri colori

  SPITZ NERO nello Spitz nero, il sottopelo e pelle devono pure essere neri e il colore sulla superficie
   deve essere un nero brillante senza alcun bianco o altre macchie.
  SPITZ MARRONE lo spitz marrone dovrebbe essere uniformemente marrone scuro
  SPITZ BIANCO il mantello dovrebbe essere bianco puro, soprattutto senza alcuna traccia di giallo,
   il che accade spesso, specialmente sugli orecchi.
  SPITZ ARANCIO dovrebbe essere uniformemente colorato nella sfumatura media della gamma.
  SPITZ GRIGIO SFUMATI KEESHOND il Grigio sfumato è un grigio argento con punte dei peli nere.
   Muso e orecchi di colore scuro;
   attorno agli occhi,“occhiali” ben definiti si mostrano come una linea nera delicatamente disegnata che scende dall’angolo
   esterno dell’occhio fino all’angolo basso dell’orecchio, accompagnati da macchie distinte e sfumature che formano espressive
   sopracciglia corte; criniera e anello sulle spalle più chiaro; arti anteriori e posteriori senza alcuna
   macchia nera sotto i gomiti o le ginocchia, eccetto un leggero segno di matita sulle dita;
   punta della coda nera; lato inferiore della coda e culottes di un grigio argento pallido
  SPITZ ALTRI COLORI il termine “altri colori” comprende tutte le sfumature di colori come: crema,
   crema-sabbia, arancio-sabbia,
   nero e fuoco, pluricolori (con bianco sempre come colore principale). Le macchie nere, marroni, grigie o arancio
   devono essere distribuite su tutto il corpo.

TAGLIA E PESO:
 
ALTEZZA AL GARRESE
                      a) Wolfspitz/Keeshond 49cm +/- 6 cm
                      b) Grande Spitz 46 cm +- 4 cm
                      c) Spitz Medio 34 cm +/- 4 cm
                      d) Spitz Piccolo 26 cm +/- 3 cm
                      e) Spitz Nano/Pomerania 20 cm +/- 2 cm
                      Soggetti sotto i 18 cm. non sono desiderabili
  PESO ogni varietà di Spitz Tedesco dovrebbe avere un peso adeguato alla sua taglia

DIFETTI: Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la severità
   con cui questo difetto va penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità.

DIFETTI GRAVI:
  
· Difetti di costruzione
   · Testa troppo piatta; testa nettamente a mela
   · Tartufo, palpebre e labbra color carne
   · Mancanza di denti nel Wolfspitz/Keeshond, Grande Spitz, e Spitz Medio.
   · Movimento incorretto
   ·
Nello Spitz grigio-sfumato, mancanza di nette marcature del muso

DIFETTI ELIMINATORI:
   · Fontanella
   · Enognatismo o prognatismo
   · Ectropion o entropion
   · Orecchi semi eretti
   · Macchie decisamente bianche in tutti gli Spitz non bianchi
 
N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.