Breve storia del mio allevamento POM-PASSION Pomerania

Sono passati quasi trent'anni dalla prima volta che vidi uno Spitz piccolo arancio, mi trovavo nella piazza del mio paese dove ogni Domenica si svolge il mercato, e in mezzo a tanta gente vidi quel batuffolo di pelo tenuto a guinzaglio da un signore inglese, quello che più mi colpiva di quel piccolo cane era l'eleganza nel portamento e lo sguardo attento con cui seguiva i movimenti del suo padrone. Qualche anno dopo decisi di farmi un regalo: un cucciolo di Spitz piccolo, anche se non fu cosa facile trovare un cucciolo di questa razza, poco conosciuta e poco richiesta qui in Italia, a differenza di altri Paesi quali l'Inghilterra, la Germania e gli Stati Uniti dov'era già fra le razze più apprezzate. Dopo diverse ricerche riuscii comunque ad acquistare una femmina di nome Beba, con un bellissimo e folto mantello arancio. Rivolgendomi poi al Club tedesco degli Spitz acquistai un maschio riproduttore dalla Germania di nome Sugar Boy. Così è iniziata la mia avventura per rendere questa stupenda razza più popolare, un'avventura che si protrae, ricercando sempre più spesso quei soggetti di qualità e di bellezza tali da poter impreziosire cani già di per sè eccezionali quali sono i Pomerania.

Carla Gambasin